Guida alla visita di Reykjavik: cosa fare e vedere nella capitale più a Nord del mondo

ffff 1. Laugavegur e il centro storico2. Le piscine termali3. Musei e gallerie d’arte4. Cosa mangiano gli islandesi? Sono arrivata a Reykjavik una tarda sera d’inizio marzo. Faceva abbastanza freddo, ma niente di intollerabile; non ho mai conosciuto il vero freddo islandese nei mesi che ho trascorso lì. Sarà stato a causa del periodo oContinua a leggere “Guida alla visita di Reykjavik: cosa fare e vedere nella capitale più a Nord del mondo”

Cosa fare e vedere a Rovaniemi – La città dove è sempre Natale

Era già metà marzo, le festività un ricordo ormai lontano, ma come siamo scesi dal taxi nel centro di Rovaniemi ci ha colti subito la sensazione di aver accelerato a dicembre o esser tornati indietro nel tempo. Centinaia di luci decoravano il centro della città e nel salotto era ancora addobbato un albero di Natale.Continua a leggere “Cosa fare e vedere a Rovaniemi – La città dove è sempre Natale”

Pistoia: un piccolo gioiello alle porte dell’Appennino

È davvero incredibile come in Italia ovunque si guardi si scoprono dei tesori. Questo è particolarmente vero nell’ultimo periodo, che fra i tanti aspetti negativi, ci ha se non altro dato l’opportunità di focalizzarci meglio sul nostro paese e prendere in considerazione mete a lungo rimandate o addirittura mai considerate. È il caso per meContinua a leggere “Pistoia: un piccolo gioiello alle porte dell’Appennino”

Cosa fare e vedere a Cracovia in 4 giorni

Di seguito il diario di viaggio giorno per giorno, con i consigli su dove andare, cosa visitare, come programmare la visita ad Auschwitz (giorno 2), quali musei visitare, con l’indicazione di prezzi ed orari , dove e cosa mangiare e qualche indicazione su dove trascorrere le serate. Giorno 1 Siamo arrivate a Cracovia nel primoContinua a leggere “Cosa fare e vedere a Cracovia in 4 giorni”

Tre giorni a Berlino: classiconi e arte contemporanea

Ich habe noch mein Herz dort! Ci ho lasciato il cuore è vero; seconda volta a Berlino e primo viaggio insieme a Carlo. Occasione: il suo compleanno. È stata una sua proposta, una evidente prova d’amore a dimostrazione che tutto il pressing che faccio sui viaggi aveva attecchito. Una Berlino diversa da quella che ricordavo,Continua a leggere “Tre giorni a Berlino: classiconi e arte contemporanea”

Wellington: due giorni nella capitale più a Sud del mondo

Wellington, capitale della Nuova Zelanda, si pone un po’ come anello di congiunzione fra le due isole. Se c’è una cosa che impressiona di questo paese è come il clima, e con esso il paesaggio, varino incredibilmente anche solo percorrendo un centinaio di chilometri. La ventosa Wellington – soprannominata infatti Windy Welly – preannuncia quelleContinua a leggere “Wellington: due giorni nella capitale più a Sud del mondo”

Auckland in un giorno – Tāmaki Makaurau: la città che ha molti amanti

Darei un 6.5 sulla fiducia ad Auckland. Forse a causa del maltempo e per il fatto che non ci siamo soffermate molto in questa città, non ho avuto modo di apprezzarla fino in fondo. L’ ho trovata grigia e decisamente meno accattivante e più caotica della capitale, che invece si prende un meritatissimo 9. QuelContinua a leggere “Auckland in un giorno – Tāmaki Makaurau: la città che ha molti amanti”

I lazzeretti di Livorno: epidemie e quarantene dal Medioevo alla mia terrazza

Ci voleva il confinamento domiciliare obbligato per farmi capire che anche la mia non totalmente amata città offre numerosi spunti per riempire una giornata libera. Passeggiando sulla mia terrazza, quinto piano e vista a 360° sui tetti, ho potuto a lungo vagare con lo sguardo per le strade, fra i palazzi, per spingermi fino all’orizzonte,Continua a leggere “I lazzeretti di Livorno: epidemie e quarantene dal Medioevo alla mia terrazza”

Quattro giorni a Budapest fra monumenti e pasticcerie

Città più grande di quel che potessi immaginare; divisa in due, Buda e Pest, volendo, il tempo da dedicare a questa incantevole capitale non si esaurirebbe in un weekend, anche soltanto per assaggiare tutti i piatti della sua cucina e i deliziosi dolci storici, ma mantenendosi più sul concreto, è facilmente visitabile in tre oContinua a leggere “Quattro giorni a Budapest fra monumenti e pasticcerie”